Statuto

Statuto

Articolo 1

L’Associazione denominata “Associazione Laicale Missionaria”, costituita a Roma il 18 dicembre 1976, ha sede in Roma, Viale dei Quattro Venti, 166 e potrà istituire sedi in Italia e all’estero.

Articolo 2

L’Associazione ha come scopo la collaborazione con Diocesi ed Enti Governativi dei Paesi in Via di Sviluppo, per preparare progetti atti a favorire e sostenere la promozione integrale della persona e l’auto-determinazione delle comunità locali.

L’Associazione non ha fini di lucro.

Articolo 3

Per l’attuazione dei propri scopi l’Associazione adotta tutti i mezzi che saranno ritenuti idonei e compatibili con le sue finalità. Sostiene la diffusione di una cultura della solidarietà e dello scambio ovunque è presente. In particolare, prepara personale professionalmente qualificato per dare avvio ai progetti e preparare leaders locali capaci di continuare le attività nel tempo.

Invia Associate e Volontarie per collaborare con le Diocesi ed Enti locale alle necessità della gente, secondo i bisogni prioritari della nazione e delle zone di intervento.

I settori in cui l’Associazione opera sono i seguenti: sanitario, sociale, educativo e pastorale.

Articolo 4

Possono essere ammesse nell’Associazione le giovani che si impegnano ad uno stile di vita e di testimonianza secondo i principi della religione cattolica, di età superiore a 18 anni che ne facciano richiesta, dichiarando di accettare lo Statuto ed il Regolamento dell’Associazione.

L’appartenenza all’Associazione come membri avviene su delibera del Consiglio Direttivo, dopo un periodo di formazione e almeno due anni di esperienza in missione.

Articolo 5

L’esclusione dall’Associazione può essere deliberata per giusta causa dal Consiglio Direttivo. L’associata ha comunque la facoltà di far ricorso all’Assemblea Generale entro 12 mesi dalla notifica.

Articolo 6

Aderiscono all’Associazione anche “Volontarie” che si impegnano per un periodo di servizio di almeno 2-3 anni nei Paesi in Via di Sviluppo e “Volontarie Permanenti” che operano in Patria condividendo l’ideale dell’Associazione.

Articolo 7

Gli organi dell’Associazione sono: l’Assemblea Generale, il Consiglio Direttivo, la Responsabile Generale e il Collegio dei Revisori dei Conti.

Articolo 8

L’Assemblea Generale è composta da tutte le Associate ed è il supremo organo deliberativo dell’Associazione.
Le sue funzioni sono le seguenti:

  • Approva il Bilancio preventivo e consultivo;
  • Ratifica l’apertura di nuovi gruppi, e l’avvio di nuovi progetti;
  • Delinea la politica degli interventi nei Paesi in Via di Sviluppo;
  • Valuta il ricorso di un membro escluso dall’Associazione e delibera in merito;
  • Delibera modifiche allo Statuto;
  • Approva e modifica il Regolamento dell’Associazione;
  • Elegge il Consiglio Direttivo e la Responsabile generale;
  • Nomina il Collegio dei Revisori dei Conti.

Articolo 9

L’Assemblea è convocata ordinariamente ogni anno e ogni quattro anni per eleggere il Consiglio Direttivo e nominare il Collegio dei Revisori dei conti. 

Può essere convocata straordinariamente su richiesta di un terzo dei membri.
L’assemblea viene convocata per iscritto e con un preavviso idoneo.

Articolo 10

Il Consiglio Direttivo è composto dalla Responsabile Generale e da due Consigliere. Esso è convocato ordinariamente 4 volte l’anno e può essere convocato straordinariamente quando la Responsabile Generale lo riterrà necessario.

La convocazione avviene verbalmente.

Articolo 11

Il Consiglio Direttivo dura in carica 4 anni e delibera su:

  • Gli atti di straordinaria amministrazione;
  • L’ammissione e la esclusione delle Associate;
  • La redazione del bilancio preventivo e quello consuntivo;
  • La designazione, tra le Consigliere, della vice Responsabile Generale e della Segretaria;
  • La designazione di una Consigliera supplente fino alla successiva Assemblea venendo a mancare per qualsiasi motivo una delle Consigliere;
  • Le attività e i programmi ed in genere quanto è necessario per la vita dell’Associazione;
  • Convoca l’Assemblea ordinaria e straordinaria e ne predispone gli ordini del giorno;
  • Stabilisce e mantiene i rapporti con le controparti nei Paesi in Via di Sviluppo;
  • Nomina commissioni per svolgere particolari funzioni.

Le deliberazioni del Consiglio Direttivo, come quelle dell’Assemblea Generale, sono prese a norma del Diritto Civile.

Articolo 12

Il Collegio dei Revisori dei conti è composto da tre persone di adeguata professionalità nominate dell’Assemblea Generale. Vigila sulla gestione economica e finanziaria dell’Associazione.

Il Collegio dura in carica 4 anni ed elegge un suo presidente.

Articolo 13

La Responsabile Generale rappresenta legalmente l’Associazione, presiede il Consiglio Direttivo, dirige la vita associativa nel rispetto dello Statuto e del Regolamento, ha l’amministrazione ordinaria dell’Associazione.

La Responsabile può delegare in tutto o in parte le sue funzioni alla Vice o ad una delle Consigliere. La Vice Responsabile Generale svolge le funzioni della Responsabile in sua temporanea assenza e venendo questa a mancare per qualsiasi causa, la supplisce fino alla seguente Assemblea.

La Segretaria redige il verbale dell’Assemblea e del Consiglio e mantiene aggiornato il registro delle Associate.

Articolo 14

L’Associazione si avvale della collaborazione di un Assistente ecclesiastico che viene confermato dall’ordinario.

Articolo 15

Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote sociale, da eventuale acquisti, offerte, legati e donazioni delle Associate o di terzi e da eventuali contributi di Enti o privati. 

Tutte le prestazioni dei membri in favore dell’Associazione e delle sue attività sono gratuite.

Articolo 16

Le modifiche del presente Statuto devono essere deliberate dall’Assemblea Generale con una maggioranza di voti di almeno 2/3 di tutte le Associate e approvate dall’Ordinario diocesano di Roma.

Articolo 17

Lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio devono essere deliberate con voto favorevole di almeno ¾ di tutte le Associate e approvate dall’Ordinario diocesano di Roma.

Articolo 18

Per quanto non espressamente previsto nel presente Statuto valgono le norme del Codice Civile.

Roma, addì 15.11.1997

Visto, si approva

ALM

Associazione Laicale
Missionaria

Onlus

ITALIA

Sede Centrale di Roma

Viale dei Quattro Venti, 166
00162 ROMA
Tel. +39 06 58 97 752
Fax +39 06 58 48 56
almquattroventi@libero.it

Viale dei Quattro Venti, 162
0162 ROMA
alm162@hotmail.com

Via di Villa Bonelli, 54
00149 Roma
almvillabonelli@alice.it

Sede periferica di Torino

Via Pietro Giuria, 8
10125 TORINO
Tel. +39 011 65 02 487
a_l_m_@libero.it 

Gruppo ALM Cittadella

Via Michele Fanoli, 13
35013 CITTADELLA  (PD)
Tel +39 049 59 73 265
almcittadella@yahoo.it

Coord. Volontari

Maurizio e Raffaella
Battocchio
cell. 346.495.05.28
raffaella.mason@libero.it

TANZANIA

Iringa:
A.L.M. P.O.Box 123
IRINGA – TANZANIA
almiringa11@gmail.com

Isimani:
P.O.Box 899
IRINGA – TANZANIA

ZAMBIA

A.L.M. Chisali
P.O. Box 480150 CHINSALI
ZAMBIA AFRICA
perpetuansenje@yahoo.com

A.L.M. Kabwe
Luangwa Township
14 Jasmine Street
P.O.Box 81135 KABWE
ZAMBIA AFRICA
amalialm10@yahoo.co.uk

MESSICO

A.L.M. TARAHUMARA
SISOGUICHI

Ap-Postal, 42
33210 San Juanito,
Chih. – MÉXICO
almsisoguichi@gmail.com

A.L.M. TORREÓN
Calle Silvestre Faya, 165
Colonia Ampliación
Los Ángeles
27148 TORREÓN
COAH – MÉXICO
alm_torreon@yahoo.com.mx